Seleziona una pagina

Scadenza bando 19/12/2019
PROGRAMMA COMPLETO 200 posti carriera prefettizia
MODULO D'ORDINE 200 posti carriera prefettizia

Il concorso per 200 posti per carriera prefettizia

E’ uscito sulla Gazzetta Ufficiale “Concorsi ed Esami” n. 91 del 19 novembre 2019 il bando di concorso per l’accesso alla qualifica iniziale della carriera prefettizia. I posti a concorso sono 200.

ISCRIZIONI

Per inoltrare domanda di partecipazione alla selezione c’è tempo fino alle ore 23:59:59 del 19 dicembre 2019. Per iscriversi occorre essere in possesso delle credenziali dell’identità digitale S.P.I.D. (maggiori info su www.spid.gov.it) e di un indirizzo di posta elettronica certificata (P.E.C.) intestato al candidato (maggiori info su www.agid.gov.it/it/piattaforme/posta-elettronica-certificata).

REQUISITI

Cittadinanza italiana, età non superiore a 35 anni, qualità morali e di condotta, godimento dei diritti politici, idoneità fisica all’impiego, laurea magistrale o specialistica oppure vecchio ordinamento in una delle seguenti famiglie: Giurisprudenza, Economia, Scienze Politiche, Relazioni Internazionali, Scienze della Pubbliche Amministrazioni, Sociologia, Storia, Studi europei, Economia delle amministrazioni pubbliche e delle istituzioni internazionali (articolo 2 del bando).

TITOLI

I titoli che danno diritto a punteggio sono elencati all’articolo 13 del bando. Vale anche l’aver completato il tirocinio formativo o lo stage presso gli uffici giudiziari e il periodo di perfezionamento presso l’ufficio per il processo.

LA SELEZIONE

La selezione dei candidati avverrà attraverso successivi step:

  • PROVA PRESELETTIVA, che consiste nella somministrazione di 90 quiz a risposta multipla su argomenti di diritto costituzionale, diritto amministrativo, diritto civile, diritto comunitario, economia politica, storia contemporanea. Sulla Gazzetta Ufficiale Concorsi ed Esami del 21 gennaio 2020 verranno date informazioni sulla banca dati ufficiale dei quesiti e sulle modalità di svolgimento della prova preselettiva.
    La prova potrà essere effettuata ricorrendo, ove necessario, a selezioni decentrate per circoscrizioni territoriali.
  • PROVE SCRITTE. Le prove consistono in
    A. tre elaborati, rispettivamente, su:
    – diritto amministrativo e/o diritto costituzionale;
    – diritto civile;
    – storia contemporanea e della pubblica amministrazione italiana;
    B. risoluzione di un caso in ambito giuridico-amministrativo o gestionale-organizzativo, al fine di verificare l’attitudine del candidato all’analisi ed alla soluzione di problemi inerenti alle funzioni dirigenziali;
    C. traduzione, con l’uso del vocabolario, di un testo o nella risposta ad un quesito nella lingua inglese o francese scelta dal candidato.
  • PROVA ORALE: colloquio sulle materie delle prove scritte e inoltre su: nozioni generali di sociologia e scienza dell’organizzazione, diritto comunitario, scienza delle finanze, diritto penale (libro I, libro II, titoli II e VII), legislazione speciale amministrativa riferita alle attività istituzionali del Ministero dell’Interno, elementi di amministrazione del patrimonio e di contabilità generale dello Stato.
    L’orale comprende anche l’accertamento delle conoscenze informatiche (anche tramite prova pratica) e – facoltativamente – della conoscenza di una seconda lingua straniera tra inglese, francese, tedesco e spagnolo.

I VINCITORI

I vincitori del concorso nominati consiglieri sono ammessi al corso di formazione iniziale della durata di due anni di cui all’articolo 5 del decreto legislativo 19 maggio 2000, n. 139, al termine del quale il funzionario è destinato, in sede di prima assegnazione, ad un ufficio territoriale del governo nel quale dovrà permanere per almeno tre anni.
Il bando inoltre specifica che a conclusione del concorso potrà essere richiesto ai vincitori, prima dell’immissione nei ruoli dell’Amministrazione civile dell’interno, e agli idonei non utilmente collocati in graduatoria di prestare il proprio consenso ad essere presi in considerazione ai fini di un eventuale impiego presso gli organismi di informazione e sicurezza di cui alla legge 3 agosto 2007, n. 124 e alla verifica del possesso dei requisiti a tal fine previsti.



Vuoi maggior informazioni?
Contattaci compilando il form qui sotto, ti ricontatteremo noi senza impegno. Altrimenti puoi inviare una mail a amministrazione@alessandrocarella.it
Tua email sui cui potremo risponderti