Seleziona una pagina

Scadenza bando 14/02/2020
PROGRAMMA COMPLETO SENATO DELLA REPUBBLICA - 30 assistenti parlamentari
MODULO D'ORDINE SENATO DELLA REPUBBLICA - 30 assistenti parlamentari

Il Senato della Repubblica ha indetto un concorso pubblico, per esami, a 30 posti di Assistente parlamentare della professionalità generale.
Il bando è uscito nella Gazzetta Ufficiale “Concorsi ed Esami” n. 4 del 14 gennaio 2020. Vai al bando.

REQUISITI

Possono partecipare al concorso tutti coloro che:

  • siano cittadini italiani;
  • abbiano l’esercizio dei diritti civili e politici;
  • siano in possesso del diploma di scuola secondaria di primo grado (scuola media) con un voto non inferiore a 8/10 oppure – se rilasciato secondo l’ordinamento previgente – di scuola media con giudizio non inferiore a buono. Si prescinde dalla votazione richiesta per i candidati che siano in possesso di diploma di scuola superiore.
  • abbiano un’età non inferiore ai 18 anni e non superiore ai 35 anni (il limite di età è da intendersi superato alla mezzanotte del giorno del compimento del 35° anno). Tale limite non si applica ai dipendenti del Senato che partecipano al concorso.
  • siano in possesso dell’idoneità fisica relativa alle specifiche mansioni professionali dell’Assistente parlamentare (indicate all’articolo 27 del Testo Unico delle norme regolamentari dell’Amministrazione riguardanti il personale del Senato della Repubblica).

ISCRIZIONE

La domanda di partecipazione al concorso deve essere inviata con modalità telematica, entro le ore 18 del 14 febbraio 2020, attraverso l’applicazione presente sul sito concorsi.senato.it.
Per accedere all’applicazione il candidato deve essere in possesso di un’identità SPID. Tutte le informazioni su come richiederla sono sul sito spid.gov.it.
Per iscriversi è richiesto il versamento di un contributo di segreteria di 10 euro da effettuarsi attraverso il sistema PagoPA, sulla base delle indicazioni riportate nell’applicazione telematica.
Nella domanda infine i candidati devono inoltre indicare una o più lingue – scelte tra le seguenti: francese, tedesco o spagnolo – nelle quali intendono sostenere le prove orali facoltative di lingua straniera.

LA SELEZIONE

La selezione dei candidati avverrà attraverso queste prove:
• prova preliminare
• prove scritte
• prova orale e tecnica
• prova facoltativa di seconda lingua straniera
Nella Gazzetta Ufficiale “Concorsi ed esami” del 21 aprile 2020 verrà data comunicazione del diario della prova preliminare o di un suo eventuale rinvio, oltre che della pubblicazione della banca dati dei quesiti da cui verranno estratti quelli oggetto della prova.

PROVA PRELIMINARE
La prova consisterà in 50 quesiti attitudinali a risposta multipla da affrontare in 60 minuti, così suddivisi:
20 di carattere logico-matematico (ragionamento numerico, ragionamento deduttivo)
20 di carattere critico-verbale (comprensione verbale, ragionamento verbale, ragionamento critico-verbale)
10 volti ad accertare la conoscenza della lingua inglese in un grado non inferiore al livello di competenza B1 di cui al “Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue” (CEFR).
Sono ammessi alle prove scritte i candidati che si sono classificati fino al 300° posto in ordine di graduatoria, più eventuali ex aequo.

PROVE SCRITTE
Le prove scritte sono tre e per ciascuna è assegnato un tempo di due ore:
a) 5 quesiti sulla storia d’Italia dal 1861 ai giorni nostri e 5 quesiti sull’ordinamento costituzionale italiano;
b) 5 quesiti concernenti il primo soccorso e 5 quesiti concernenti la sicurezza sul lavoro, compresa la sicurezza antincendio, ai sensi del d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81;
c) la traduzione di un testo dalla lingua inglese – con livello di competenza B1 del CEFR – alla lingua italiana, senza l’ausilio di vocabolario.
A ciascuna delle prove scritte è attribuito un punteggio massimo di 20 punti. Le prove scritte si intendono superate se il candidato riporta in esse un punteggio complessivo non inferiore a 42 punti e un punteggio non inferiore a 12 punti in ciascuna singola prova.

PROVE ORALI E TECNICHE
Le prove orali e tecniche sono le seguenti:
a) una prova tendente ad accertare la preparazione del candidato sulla storia d’Italia dal 1861 ai giorni nostri;
b) una prova tendente ad accertare la preparazione del candidato sull’ordinamento costituzionale italiano;
c) lettura e traduzione di un brano scritto nella lingua inglese, che costituisce la base per successive domande e per una conversazione, con livello di competenza B1
d) una prova tecnica volta ad accertare la conoscenza delle principali informazioni sul Senato della Repubblica nella sezione “Relazioni con i cittadini” del sito istituzionale www.senato.it;
e) una prova tecnica mediante l’utilizzo di personal computer, tendente ad accertare la conoscenza di programmi “Microsoft ® Excel” e “Microsoft ® Word”.
A ciascuna delle prove orali e tecniche è attribuito un punteggio massimo di 10 punti. Tali prove si intendono superate se il candidato riporta in esse un punteggio complessivo non inferiore a 35 punti e non meno di 6 punti in ciascuna prova.

PROVE FACOLTATIVE DI LINGUA STRANIERA
I candidati che ne abbiano fatta richiesta nella domanda di partecipazione al concorso sono sottoposti ad una o più prove facoltative di lingua straniera, da scegliere tra le seguenti: francese, tedesco, spagnolo. Ciascuna prova orale facoltativa di lingua è valutata per non più di 2 punti e consiste nella lettura e traduzione di un breve testo scritto, che costituisce la base per successive domande e per una conversazione.x



Vuoi maggior informazioni?
Contattaci compilando il form qui sotto, ti ricontatteremo noi senza impegno. Altrimenti puoi inviare una mail a amministrazione@alessandrocarella.it
Tua email sui cui potremo risponderti