SPEDIZIONE GRATUITA - APPROFITTANE SUBITO!

Manuale teorico-pratico in materia di anticorruzione e trasparenza

Produttore Maggioli Editore

• Enti Locali (Città Metropolitane, Province, Comuni anche di micro dimensioni) e CCIAA
• Società controllate e partecipate
• Settore sanitario
• Ordini professionali

Focus
Contratti pubblici e documenti programmatici

Tutta la modulistica per l’approvazione, l’attuazione e il monitoraggio del Piano di prevenzione della corruzione
ISBN 8891628237
Prezzo: 61,20 €
Prezzo base68,00 €
Prezzo di vendita con sconto
Sconto6,80 €


Preloader

Manuale teorico-pratico in materia di anticorruzione e trasparenza

     
Autori Nicola D. M. Porcari - Rossana Turturiello
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 458
Pubblicazione Maggio 2018 (I Edizione)

Il Manuale – aggiornato alla Determinazione n. 1208 del 22 novembre 2017, con la quale l’Anac ha approvato il PNA 2017 quale atto di indirizzo per le Amministrazioni pubbliche a valere per il triennio 2018-2020 e alla Determinazione n. 1134 dell’8 novembre 2017, con la quale l’Autorità ha adottato l’atto di indirizzo per le società pubbliche e/o private in controllo pubblico – grazie alla completezza dell’esposizione e al taglio teorico-pratico rappresenta, per il Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza e per i dirigenti e i responsabili della PA, un indispensabile vademecum di agevole consultazione.
La prima parte dell’opera, dedicata alla disciplina dell’anticorruzione nella sua parte “repressiva”, passa in rassegna la normativa riguardante i reati dei pubblici ufficiali, tra cui i reati di corruzione tra privati, il rapporto tra il traffico di influenze illecite ed il millantato credito e il reato di turbata libertà del procedimento di scelta del contraente.
La seconda parte analizza invece tutti gli istituti della disciplina dell’anticorruzione quale misura “preventiva ed amministrativa”. Tra questi, le nuove disposizioni concernenti la prevenzione della corruzione nelle società a partecipazione pubblica contenute nella L. 175/2016 (coordinata con la L. 190/2012), la nuova legge antimafia, la L. 179/2017 in materia di tutela del segnalatore anonimo, la disciplina relativa al riordino normativo in materia di valutazione della performance connessa al D.Lgs. 74/2017, il sistema collegato agli incarichi legali.
Un’ampia casistica esplicita con esempi concreti i passaggi del procedimento per l’adozione del Piano (dalla sua attuazione ed ai successivi controlli), gli adempimenti in materia di trasparenza, il rapporto tra RPCT – Organo di indirizzo politico – valutazioni OIV, la Relazione annuale di fine anno da parte del RPCT.
Completano l’opera la modulistica (65 schemi di atti), personalizzabile e stampabile, a cui si può accedere tramite il codice alfanumerico allegato al volume e, in più, la consulenza gratuita degli Autori per la redazione ad hoc di 3 provvedimenti.

Nicola Dimitri Maria Porcari Consulente giuridico in materia di anticorruzione e trasparenza per Enti pubblici e Società private, dipendente del Comune di Altamura – Staff del Segretario Generale – RPCT, iscritto all’albo dei consulenti del Formez, autore di pubblicazioni scientifiche (Ed.Maggioli).
Rossana Turturiello Specialista in materia di anticorruzione e trasparenza, docente in corsi di formazione in materia di anticorruzione, trasparenza ed appalti per conto della scuola di formazione IPSOA (Gruppo Wolters Kluwer Italia s.r.l.), consulente presso Enti pubblici e soggetti assimilati (Comuni, Consorzi, Aziende ospedaliere, Aziende sanitarie locali).

Segnalazioni bibliografiche
› Testo Unico degli Enti locali commentato 
Riccardo Carpino

Capitolo I - La legge anticorruzione nella parte "repressiva"
1. Il nuovo reato di traffico di influenze illecite e il rapporto con la fattispecie di millantato credito 
2. La riscrittura del reato di corruzione impropria e brevi cenni sul "delitto di concussione" e sulla nuova fattispecie di "induzione indebita a dare o promettere" alla luce della legge anticorruzione 27 maggio 2015, n. 69 
3. Le novità introdotte dalla legge 27 maggio 2015, n. 69 
4. Analisi del nuovo reato di cui all'art. 353-bis c.p. "Turbata libertà del procedimento di scelta del contraente"
5. La corruzione tra privati 
Capitolo II - La legge anticorruzione nella parte "preventiva"
1. La strategia di prevenzione della corruzione a livello nazionale e internazionale: il nuovo Piano nazionale anticorruzione 2017 
2. Stratificazione al livello nazionale e locale dei livelli di responsabilità impegnati nella lotta alla corruzione 
3. L'attuazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione ad opera delle società di diritto privato in controllo pubblico, enti pubblici economici, altre società ed enti di diritto privato partecipati: necessità di un coordinamento tra il d.lgs. 19 agosto 2016, n. 175 (c.d. TUSP) e la legge 6 novembre 2012, n. 190 
4. Gli obblighi di pubblicazione e il c.d. criterio di compatibilità di cui all'art. 2-bis del d.lgs. n. 33/2013 
5. Adozione del Piano triennale di prevenzione della corruzione o di misure integrative del modello 231/2001: le novità delle nuove linee guida ANAC n. 1134/2017 
6. Il nuovo sistema dei controlli alla luce del PNA 2017 e delle linee guida n. 1134/2017 dell'ANAC 
7. Aspetti propedeutici e successivi all'adozione del PTPC: la mappatura delle aree a rischio e dei flussi procedurali, monitoraggio in corso d'anno dell'attuazione del Piano 
8. Il superamento delle c.d. aree di rischio obbligatorie e "le nuove aree generali", le c.d. "aree di rischio specifiche" individuate per ciascun ente: regioni, enti locali, università, camere di commercio, settore sanitario, ordini professionali 
9. Le università come destinatarie della normativa contenuta nella legge n. 190/2012 
10. L'obbligo di astensione e il dovere di segnalazione in caso di conflitto di interessi alla luce della legge n. 190/2012 e dell'art. 42 del nuovo Codice dei contratti pubblici. Le linee guida sulla gestione del conflitto di interessi. Il tavolo tecnico avviato tra Agenas e ANAC sul conflitto di interesse
11. L'obbligo della verifica del contesto interno ed esterno dell'ente allo scopo di adattare le misure preventive anticorruzione. Il ruolo del RPCT 
12. La rotazione del personale addetto alle aree a rischio alla luce del PNA 2016 
13. La nomina del Responsabile dell'Anagrafe per la stazione appaltante 
14. La formazione come misura preventiva obbligatoria ed il collegamento con la rotazione su base pluriennale 
15. La nuova legge sul c.d. whistleblowing n. 179/2017. La disciplina attuativa e gli aspetti pratici dell'ente 
Capitolo III - I decreti attuativi della legge n. 190/2012 e la trasparenza nella gestione amministrativa 
1. L'accesso civico "ante e post riforma": il necessario coordinamento con la legge n. 241/1990 
2. La nuova disciplina sull'accesso civico e la posizione del nuovo Codice dei contratti pubblici in materia di accesso agli atti di gara 
3. Nuovi compiti in capo all'OIV in relazione agli adempimenti sulla trasparenza 
4. Nuovi adempimenti previsti nella relazione ANAC 2017 
5. La centralità della trasparenza: l'obbligo di indicare i soggetti tenuti alla pubblicazione ed il flusso costantemente aggiornato delle informazioni: necessario coordinamento con il nuovo regolamento privacy 
6. I casi di "incompatibilità e inconferibilità degli incarichi dirigenziali o di vertice amministrativo"
7. Il d.P.R. n. 62/2013 recante "Codice di comportamento dei pubblici dipendenti": le specifiche misure di prevenzione attuative del Codice di condotta da includere nel PTPC adottato da ciascun ente
Capitolo IV - Parte speciale – Approfondimenti
1. Comuni ed enti di macro e piccole dimensioni 
1.1. Il difficile coordinamento tra la legge n. 124/2015 e la legge n. 190/2012 in relazione alla nomina del RPC e alla figura del segretario comunale. Il nuovo ruolo contenuto nel d.lgs. n. 97/2016: le anomalie intorno alla figura del c.d. dirigente apicale 
1.2. Il segretario comunale destinatario di incarichi dirigenziali e la funzione di RPCT. Il problema irrisolto dei piccoli comuni: il favor ad una situazione di straordinarietà 
1.3. Il conferimento degli incarichi al dirigente della polizia locale e al dirigente dell'avvocatura civica. Il richiamo operato dall'art. 1 comma 221 della Legge di stabilità n. 208/2015 e la deroga alla rotazione degli incarichi 
1.4. L'ufficio di disciplina e il RPC: la presunta incompatibilità e le soluzioni di ANAC. Quale orizzonte per l'ente pubblico 
1.5. La figura del RPCT ed il nucleo/organo di valutazione interno: la necessaria alterità secondo i principi contenuti nella delibera n. 12/2013 ed il PNA 2016. Nuovi compiti dell'OIV alla luce del PNA 2017 
1.6. La prevenzione della corruzione nelle forme associative tra enti locali: unioni di comuni e le convenzioni. Cosa scegliere? 
1.7. Il necessario coordinamento tra i documenti programmatici (DUP, Piano Performance, PEG) e il PTPCT. Ciclo performance e programmazione economico-finanziaria sulla via dell'integrazione dopo "il protocollo di intesa tra Dipartimento della funzione pubblica e la Ragioneria di Stato". La centralità del coordinamento tra gli strumenti programmatici ed il piano e le sanzioni di ANAC. Rilettura alla luce del d.lgs. n. 74/2017 e del PNA 2017 
1.8. Un maggiore coordinamento tra i controlli interni e la disciplina dell'anticorruzione 
2. I contratti pubblici 
2.1. Le criticità del vecchio sistema e i motivi dell'intreccio della materia dell'anticorruzione con quella dei contratti pubblici: il nuovo ruolo dell'ANAC 
2.2. Il passaggio dal Regolamento di esecuzione alle c.d. linee guida dell'ANAC 
2.3. La programmazione del fabbisogno dell'ente e l'obbligo di adozione di un programma biennale di acquisti di servizi e forniture 
2.4. Il sistema di qualificazione delle stazioni appaltanti e il problema degli acquisti centralizzati 
2.5. Una nuova procedura di affidamento sul MEPA: "la trattativa diretta" 
2.6. L'affidamento di contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria alla luce delle modifiche apportate dal c.d. Correttivo appalti 
2.7. I c.d. "servizi legali" e la modifica operata dall'art. 17 del d.lgs. n. 50/2016 
2.8. Il riparto di competenza legislativa Stato-Regioni 
2.9. Il protocollo di legalità alla luce della delibera del CIPE 2017 
3. Il settore sanitario 
3.1. I fattori della corruzione in sanità e le proposte per ridurre il fenomeno 
3.2. I casi di inconferibilità e incompatibilità degli incarichi dirigenziali e di vertice amministrativo alla luce del d.lgs. n. 39/2013 
3.3. La rotazione del personale impiegato nel settore sanitario: le indicazioni del PNA 2016 e l'adozione di un piano di rotazione aziendale 
3.4. L'adozione del Codice di comportamento da parte degli enti inclusi nel SSN alla luce delle linee guida del 29 marzo 2017, n. 358 
3.5. Gli acquisti in deroga nel settore sanitario alla luce delle recenti linee guida ANAC relative al ricorso "a procedura negoziata senza pubblicazione del bando in caso di forniture e servizi ritenuti infungibili"
3.6. Adozione del PTPC da parte della società controllata di un'azienda sanitaria 
3.7. La farmaceutica 
3.8. Il problema della sanità convenzionata e del c.d. turn over 
4. Gli ordini professionali 
4.1. La natura giuridica degli ordini professionali: il parere del prof. Capotosti, la posizione dell'ANAC (delibere nn. 144 e 145), il TAR Lazio ed il ricorso al Consiglio di Stato 
4.2. Il primo problema negli ordini: la nomina del RPCT e le possibilità di aggregazioni di ordini minori 
4.3. Il secondo aspetto: la tipizzazione delle aree da mappare di rischio. Le aree a rischio indicate dal PNA 2016 
4.4. Il difficile coordinamento tra la mappatura del rischio secondo la disciplina contenuta nella delibera n. 72/2013 e le linee guida indicate nella determina n. 831/2016. Le soluzioni sul campo. Gli adempimenti in materia di trasparenza, il nuovo art. 2-bis del d.lgs. n. 33/2013 e le linee guida sostitutive della delibera n. 50/2013: adempimenti specifici per gli ordini professionali 
Capitolo V - Il PNA 2017: la disciplina delle autorità portuali e dei Commissari straordinari. Eccezionalità della disciplina. Cenni 
Atti e modulistica 
1. Nota insussistenza cause di conflitto di interessi e/o procedimenti disciplinari 
2. Nota trasmissione assenza conflitto di interessi e relativo allegato 
3. Circolare ai dipendenti relativa alla sussistenza di eventuali o sopraggiunti conflitti di interesse ex art. 6-bis della legge n. 241/1990 ed invito a comunicarli, per il tramite di modulo allegato alla nota 
4. Nota relativa alla tutela della privacy e compatibilità in materia di trasparenza 
5. Nota relativa alla mappatura dei procedimenti amministrativi e gestione del rischio
6. Nota relativa alla tutela dell'anonimato 
7. Nota relativa alla predisposizione Piano di formazione 
8. Nota relativa alla redazione di patti di integrità 
9. Nota relativa alla nomina dei delegati all'accesso civico 
10. Nota nomina del Responsabile del potere sostitutivo 
11. Nota dirigenti sulla ponderazione e valutazione del rischio 
12. Nota individuazione misure ai fini del trattamento del rischio 
13. Nota inconferibilità – Incompatibilità di incarichi dirigenziali e incarichi amministrativi di vertice 
14. Nota informatizzazione dei processi invito a provvedere 
15. Monitoraggio dei termini procedimentali: invito a procedere 


Iscriviti per rimanere aggiornato
Privacy e Termini di Utilizzo
Assistenza h24 7 giorni su 7. Spedizione gratuita anche per i pre-ordini!
Toggle Bar