Seleziona una pagina
SCONTO 5%

Il Testo Unico degli Enti locali

24,00 22,80

SPEDIZIONE GRATUITA!

Nb: Prezzi IVA inclusa!

Autori Riccardo Carpino (a cura di)
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 14×19,5
Pagine 432
Pubblicazione Giugno 2020 (II Edizione)

Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea
Costituzione della Repubblica Italiana

Con indice analitico per la ricerca rapida degli argomenti

Aggiornato a: Legge 24 aprile 2020, n. 27 di conversione del D.L. 17 marzo 2020, n. 18 (Decreto Cura Italia)

COD: 8891642776 Categoria:

Descrizione

Il Testo Unico degli Enti locali

D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267

 

 

Il presente volume – strumento snello e di facile consultazione – raccoglie le norme imprescindibili per chi opera nel mondo degli Enti Locali.

Oltre alla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea e alla Costituzione Italiana, l’opera contiene il Testo Unico degli Enti Locali, approvato con D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, aggiornato ed annotato con tutte le modifiche ad oggi intervenute, e le principali disposizioni che, nel tempo, hanno completato il quadro normativo: la legge Delrio n. 56 del 2014 ed i decreti n. 235 del 2012 e n. 39 del 2013.

Il libro è completato da un dettagliato indice analitico.

Gli amministratori locali, i segretari comunali, i dirigenti e gli operatori che quotidianamente si trovano a dover consultare le principali disposizioni di riferimento lo troveranno indispensabile e di rapido utilizzo.

È inoltre consigliato a tutti coloro che devono affrontare un concorso pubblico.

Riccardo Carpino
Prefetto, Capo Ufficio legislativo del Ministero dell’Interno. Ha svolto l’incarico di Direttore dell’Agenzia del Demanio, Commissario straordinario per le opere del G7 di Taormina, Commissario straordinario della Provincia di Roma, Direttore della Conferenza Stato-Regioni, della Conferenza Stato-Città e della Conferenza Unificata. È stato Capo di Gabinetto del Ministro per gli Affari Regionali e Commissario per il coordinamento delle iniziative di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso. Autore di numerose pubblicazioni in materia di enti locali.

Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, approvata dal Parlamento europeo il 14 novembre 2000, proclamata dal Consiglio dell’Unione europea tenuto a Nizza il 7 dicembre 2000
Preambolo
Capo I – Dignità (artt. 1-5)
Capo II – Libertà (artt. 6-19)
Capo III – Uguaglianza (artt. 20-26)
Capo IV – Solidarietà (artt. 27-38)
Capo V – Cittadinanza (artt. 39-46)
Capo VI – Giustizia (artt. 47-50)
Capo VII – Disposizioni generali (artt. 51-54)
Costituzione della Repubblica italiana, approvata dall’Assemblea costituente con deliberazione 22 dicembre 1947
PRINCIPI FONDAMENTALI (artt. 1-12)
Parte I – DIRITTI E DOVERI DEI CITTADINI
Titolo I – Rapporti civili (artt. 13-28)
Titolo II – Rapporti etico sociali (artt. 29-34)
Titolo III – Rapporti economici (artt. 35-47)
Titolo IV – Rapporti politici (artt. 48-54)
Parte II – ORDINAMENTO DELLA REPUBBLICA
Titolo I – Il Parlamento
Sezione I – Le Camere (artt. 55-69)
Sezione II – La formazione delle leggi (artt. 70-82)
Titolo II – Il Presidente della Repubblica (artt. 83-91)
Titolo III – Il Governo
Sezione I – Il Consiglio dei Ministri (artt. 92-96)
Sezione II – La Pubblica Amministrazione (artt. 97-98)
Sezione III – Gli organi ausiliari (artt. 99-100)
Titolo IV – La Magistratura
Sezione I – Ordinamento giurisdizionale (artt. 101-110)
Sezione II – Norme sulla giurisdizione (artt. 111-113)
Titolo V – Le Regioni, le Province, i Comuni (artt. 114-133)
Titolo VI – Garanzie costituzionali
Sezione I – La Corte costituzionale (artt. 134-137)
Sezione II – Revisione della Costituzione. Leggi costituzionali (artt. 138-139)
DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI
TESTO UNICO DEGLI ENTI LOCALI
D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 – Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali 
PARTE I ORDINAMENTO ISTITUZIONALE
Titolo I – DISPOSIZIONI GENERALI
Art. 1. – Oggetto
Art. 2. – Ambito di applicazione
Art. 3. – Autonomia dei comuni e delle province
Art. 4. – Sistema regionale delle autonomie locali
Art. 5. – Programmazione regionale e locale
Art. 6. – Statuti comunali e provinciali
Art. 7. – Regolamenti
Art. 7-bis. – Sanzioni amministrative
Art. 8. – Partecipazione popolare
Art. 9. – Azione popolare e delle associazioni di protezione ambientale
Art. 10. – Diritto di accesso e di informazione
Art. 11. – Difensore civico
Art. 12. – Sistemi informativi e statistici
Titolo II – SOGGETTI
Capo I – Comune
Art. 13. – Funzioni
Art. 14. – Compiti del comune per servizi di competenza statale
Art. 15. – Modifiche territoriali, fusione ed istituzione di comuni
Art. 16. – Municipi
Art. 17. – Circoscrizioni di decentramento comunale
Art. 18. – Titolo di città
Capo II – Provincia
Art. 19. – Funzioni
Art. 20. – Compiti di programmazione
Art. 21. – Revisione delle circoscrizioni provinciali
Capo III – Aree metropolitane
Art. 22. – Aree metropolitane
Art. 23. – Città metropolitane
Art. 24. – Esercizio coordinato di funzioni
Art. 25. – Revisione delle circoscrizioni comunali
Art. 26. – Norma transitoria
Capo IV – Comunità montane
Art. 27. – Natura e ruolo
Art. 28. – Funzioni
Art. 29. – Comunità isolane o di arcipelago
Capo V – Forme associative
Art. 30. – Convenzioni
Art. 31. – Consorzi
Art. 32. – Unione di comuni
Art. 33. – Esercizio associato di funzioni e servizi da parte dei comuni
Art. 34. – Accordi di programma
Art. 35. – Norma transitoria
Titolo III – ORGANI
Capo I – Organi di governo del comune e della provincia
Art. 36. – Organi di governo
Art. 37. – Composizione dei consigli
Art. 38. – Consigli comunali e provinciali
Art. 39. – Presidenza dei consigli comunali e provinciali
Art. 40. – Convocazione della prima seduta del consiglio
Art. 41. – Adempimenti della prima seduta
Art. 41-bis. – Obblighi di trasparenza dei titolari di cariche elettive e di governo
Art. 42. – Attribuzioni dei consigli
Art. 43. – Diritti dei consiglieri
Art. 44. – Garanzia delle minoranze e controllo consiliare
Art. 45. – Surrogazione e supplenza dei consiglieri provinciali, comunali e circoscrizionali
Art. 46. – Elezione del sindaco e del presidente della provincia – Nomina della giunta
Art. 47. – Composizione delle giunte
Art. 48. – Competenze delle giunte
Art. 49. – Pareri dei responsabili dei servizi
Art. 50. – Competenze del sindaco e del presidente della provincia
Art. 51. – Durata del mandato del sindaco, del presidente della provincia e dei consigli. Limitazione dei mandati
Art. 52. – Mozione di sfiducia
Art. 53. – Dimissioni, impedimento, rimozione, decadenza, sospensione o decesso del sindaco o del presidente della provincia
Art. 54. – Attribuzioni del sindaco nelle funzioni di competenza statale
Capo II – Incandidabilità, ineleggibilità, incompatibilità
Art. 55. – Elettorato passivo
Art. 56. – Requisiti della candidatura
Art. 57. – Obbligo di opzione
Art. 58. – Cause ostative alla candidatura
Art. 59. – Sospensione e decadenza di diritto
Art. 60. – Ineleggibilità .
Art. 61. – Ineleggibilità e incompatibilità alla carica di sindaco e presidente di provincia
Art. 62. – Decadenza dalla carica di sindaco e di presidente della provincia
Art. 63. – Incompatibilità
Art. 64. – Incompatibilità tra consigliere comunale e provinciale e assessore nella rispettiva giunta
Art. 65. – Incompatibilità per consigliere regionale, comunale e circoscrizionale
Art. 66. – Incompatibilità per gli organi delle aziende sanitarie locali e ospedaliere
Art. 67. – Esimente alle cause di ineleggibilità o incompatibilità
Art. 68. – Perdita delle condizioni di eleggibilità e incompatibilità
Art. 69. – Contestazione delle cause di ineleggibilità ed incompatibilità
Art. 70. – Azione popolare
Capo III – Sistema elettorale
Art. 71. – Elezione del sindaco e del consiglio comunale nei comuni sino a 15.000 abitanti
Art. 72. – Elezione del sindaco nei comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti
Art. 73. – Elezione del consiglio comunale nei comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti
Art. 74. – Elezione del presidente della provincia
Art. 75. – Elezione del consiglio provinciale
Art. 76. – Anagrafe degli amministratori locali e regionali
Capo IV – Status degli amministratori locali
Art. 77. – Definizione di amministratore locale
Art. 78. – Doveri e condizione giuridica
Art. 79. – Permessi e licenze
Art. 80. – Oneri per permessi retribuiti
Art. 81. – Aspettative
Art. 82. – Indennità
Art. 83. – Divieto di cumulo
Art. 84. – Rimborso delle spese di viaggio
Art. 85. – Partecipazione alle associazioni rappresentative degli enti locali
Art. 86. – Oneri previdenziali, assistenziali e assicurativi e disposizioni fiscali e assicurative
Art. 87. – Consigli di amministrazione delle aziende speciali
Titolo IV – ORGANIZZAZIONE E PERSONALE
Capo I – Uffici e personale
Art. 88. – Disciplina applicabile agli uffici ed al personale degli enti locali
Art. 89. – Fonti
Art. 90. – Uffici di supporto agli organi di direzione politica
Art. 91. – Assunzioni
Art. 92. – Rapporti di lavoro a tempo determinato e a tempo parziale
Art. 93. – Responsabilità patrimoniale
Art. 94. – Responsabilità disciplinare
Art. 95. – Dati sul personale degli enti locali
Art. 96. – Riduzione degli organismi collegiali
Capo II – Segretari comunali e provinciali
Art. 97. – Ruolo e funzioni
Art. 98. – Albo nazionale
Art. 99. – Nomina
Art. 100. – Revoca
Art. 101. – Disponibilità e mobilità
Art. 102. – Agenzia autonoma per la gestione dell’albo dei segretari comunali e provinciali
Art. 103. – Organizzazione e funzionamento dell’Agenzia autonoma
Art. 104. – Scuola superiore della pubblica amministrazione locale e scuole regionali e interregionali
Art. 105. – Regioni a statuto speciale
Art. 106. – Disposizioni finali e transitorie
Capo III – Dirigenza ed incarichi
Art. 107. – Funzioni e responsabilità della dirigenza
Art. 108. – Direttore generale
Art. 109. – Conferimento di funzioni dirigenziali
Art. 110. – Incarichi a contratto
Art. 111. – Adeguamento della disciplina della dirigenza
Titolo V – SERVIZI E INTERVENTI PUBBLICI LOCALI
Art. 112. – Servizi pubblici locali
Art. 113. – Gestione delle reti ed erogazione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica
Art. 113-bis. – Gestione dei servizi pubblici locali privi di rilevanza economica
Art. 114. – Aziende speciali ed istituzioni
Art. 115. – Trasformazione delle aziende speciali in società per azioni
Art. 116. – Società per azioni con partecipazione minoritaria di enti locali
Art. 117. – Tariffe dei servizi
Art. 118. – Regime del trasferimento di beni
Art. 119. – Contratti di sponsorizzazione, accordi di collaborazione e convenzioni
Art. 120. – Società di trasformazione urbana
Art. 121. – Occupazione d’urgenza di immobili
Art. 122. – Lavori socialmente utili
Art. 123. – Norma transitoria
Titolo VI – CONTROLLI
Capo I – Controllo sugli atti
Art. 124. – Pubblicazione delle deliberazioni
Art. 125. – Comunicazione delle deliberazioni ai capigruppo
Art. 126. – Deliberazioni soggette in via necessaria al controllo preventivo di legittimità
Art. 127. – Controllo eventuale
Art. 128. – Comitato regionale di controllo
Art. 129. – Servizi di consulenza del comitato regionale di controllo
Art. 130. – Composizione del comitato
Art. 131. – Incompatibilità ed ineleggibilità
Art. 132. – Funzionamento del comitato
Art. 133. – Modalità del controllo preventivo di legittimità
Art. 134. – Esecutività delle deliberazioni
Art. 135. – Comunicazione deliberazioni al prefetto
Art. 136. – Poteri sostitutivi per omissione o ritardo di atti obbligatori
Art. 137. – Poteri sostitutivi del Governo
Art. 138. – Annullamento straordinario
Art. 139. – Pareri obbligatori
Art. 140. – Norma finale
Capo II – Controllo sugli organi
Art. 141. – Scioglimento e sospensione dei consigli comunali e provinciali
Art. 142. – Rimozione e sospensione di amministratori locali
Art. 143. – Scioglimento dei consigli comunali e provinciali conseguente a fenomeni di infiltrazione e di condizionamento di tipo mafioso o similare. Responsabilità dei dirigenti e dipendenti
Art. 144. – Commissione straordinaria e comitato di sostegno e monitoraggio
Art. 145. – Gestione straordinaria
Art. 145-bis. – Gestione finanziaria
Art. 146. – Norma finale
Capo III – Controlli interni
Art. 147. – Tipologia dei controlli interni
Art. 147-bis. – Controllo di regolarità amministrativa e contabile
Art. 147-ter. – Controllo strategico
Art. 147-quater. – Controlli sulle società partecipate non quotate
Art. 147-quinquies. – Controllo sugli equilibri finanziari
Capo IV – Controlli esterni sulla gestione
Art. 148. – Controlli esterni
Art. 148-bis. – Rafforzamento del controllo della Corte dei conti sulla gestione finanziaria degli enti locali
PARTE II ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE
Titolo I – DISPOSIZIONI GENERALI
Art. 149. – Principi generali in materia di finanza propria e derivata
Art. 150. – Principi in materia di ordinamento finanziario e contabile
Art. 151. – Principi generali
Art. 152. – Regolamento di contabilità
Art. 153. – Servizio economico-finanziario
Art. 154. – Osservatorio sulla finanza e la contabilità degli enti locali
Art. 155. – Commissione per la stabilità finanziaria degli enti locali
Art. 156. – Classi demografiche e popolazione residente
Art. 157. – Consolidamento dei conti pubblici
Art. 158. – Rendiconto dei contributi straordinari
Art. 159. – Norme sulle esecuzioni nei confronti degli enti locali
Art. 160. – Approvazione di modelli e schemi contabili
Art. 161. – Certificazioni finanziarie e invio di dati contabili
Titolo II – PROGRAMMAZIONE E BILANCI
Capo I – Programmazione
Art. 162. – Principi del bilancio
Art. 163. – Esercizio provvisorio e gestione provvisoria
Art. 164. – Caratteristiche del bilancio
Art. 165. – Struttura del bilancio
Art. 166. – Fondo di riserva
Art. 167. – Fondo crediti di dubbia esigibilità e altri fondi per spese potenziali
Art. 168. – Servizi per conto di terzi e le partite di giro
Art. 169. – Piano esecutivo di gestione
Art. 170. – Documento unico di programmazione
Art. 171. – Bilancio pluriennale
Art. 172. – Altri allegati al bilancio di previsione
Art. 173. – Valori monetari
Capo II – Competenze in materia di bilanci
Art. 174. – Predisposizione ed approvazione del bilancio e dei suoi allegati
Art. 175. – Variazioni al bilancio di previsione ed al piano esecutivo di gestione
Art. 176. – Prelevamenti dal fondo di riserva e dai fondi spese potenziali
Art. 177. – Competenze dei responsabili dei servizi
Titolo III – GESTIONE DEL BILANCIO
Capo I – Entrate
Art. 178. – Fasi dell’entrata
Art. 179. – Accertamento
Art. 180. – Riscossione
Art. 181. – Versamento
Capo II – Spese
Art. 182. – Fasi della spesa
Art. 183. – Impegno di spesa
Art. 184. – Liquidazione della spesa
Art. 185. – Ordinazione e pagamento
Capo III – Risultato di amministrazione e residui
Art. 186. – Risultato contabile di amministrazione
Art. 187. – Composizione del risultato di amministrazione
Art. 188. – Disavanzo di amministrazione
Art. 189. – Residui attivi
Art. 190. – Residui passivi
Capo IV – Principi di gestione e controllo di gestione
Art. 191. – Regole per l’assunzione di impegni e per l’effettuazione di spese
Art. 192. – Determinazioni a contrattare e relative procedure
Art. 193. – Salvaguardia degli equilibri di bilancio
Art. 194. – Riconoscimento di legittimità di debiti fuori bilancio
Art. 195. – Utilizzo di entrate vincolate
Art. 196. – Controllo di gestione
Art. 197. – Modalità del controllo di gestione
Art. 198. – Referto del controllo di gestione
Art. 198-bis. – Comunicazione del referto
Titolo IV – INVESTIMENTI
Capo I – Principi generali
Art. 199. – Fonti di finanziamento
Art. 200. – Gli investimenti
Art. 201. – Finanziamento di opere pubbliche e piano economico-finanziario
Capo II – Fonti di finanziamento mediante indebitamento
Art. 202. – Ricorso all’indebitamento
Art. 203. – Attivazione delle fonti di finanziamento derivanti dal ricorso all’indebitamento
Art. 204. – Regole particolari per l’assunzione di mutui
Art. 205. – Attivazione di prestiti obbligazionari
Art. 205-bis. – Contrazione di aperture di credito
Capo III – Garanzie per mutui e prestiti
Art. 206. – Delegazione di pagamento
Art. 207. – Fideiussione
Titolo V – TESORERIA
Capo I – Disposizioni generali
Art. 208. – Soggetti abilitati a svolgere il servizio di tesoreria
Art. 209. – Oggetto del servizio di tesoreria
Art. 210. – Affidamento del servizio di tesoreria
Art. 211. – Responsabilità del tesoriere
Art. 212. – Servizio di tesoreria svolto per più enti locali
Art. 213. – Gestione informatizzata del servizio di tesoreria
Capo II – Riscossione delle entrate
Art. 214. – Operazioni di riscossione
Art. 215. – Procedure per la registrazione delle entrate
Capo III – Pagamento delle spese
Art. 216. – Condizioni di legittimità dei pagamenti effettuati dal tesoriere
Art. 217. – Estinzione dei mandati di pagamento
Art. 218. – Annotazione della quietanza
Art. 219. – Mandati non estinti al termine dell’esercizio
Art. 220. – Obblighi del tesoriere per le delegazioni di pagamento
Capo IV – Altre attività
Art. 221. – Gestione di titoli e valori
Art. 222. – Anticipazioni di tesoreria
Capo V – Adempimenti e verifiche contabili
Art. 223. – Verifiche ordinarie di cassa
Art. 224. – Verifiche straordinarie di cassa
Art. 225. – Obblighi di documentazione e conservazione
Art. 226. – Conto del tesoriere
Titolo VI – RILEVAZIONE E DIMOSTRAZIONE DEI RISULTATI DI GESTIONE
Art. 227. – Rendiconto della gestione
Art. 228. – Conto del bilancio
Art. 229. – Conto economico
Art. 230. – Lo stato patrimoniale e conti patrimoniali speciali
Art. 231. – La relazione sulla gestione
Art. 232. – Contabilità economico-patrimoniale
Art. 233. – Conti degli agenti contabili interni
Art. 233-bis. – Il bilancio consolidato
Titolo VII – REVISIONE ECONOMICO-FINANZIARIA
Art. 234. – Organo di revisione economico-finanziario
Art. 235. – Durata dell’incarico e cause di cessazione
Art. 236. – Incompatibilità ed ineleggibilità dei revisori
Art. 237. – Funzionamento del collegio dei revisori
Art. 238. – Limiti all’affidamento di incarichi
Art. 239. – Funzioni dell’organo di revisione
Art. 240. – Responsabilità dell’organo di revisione
Art. 241. – Compenso dei revisori
Titolo VIII – ENTI LOCALI DEFICITARI O DISSESTATI
Capo I – Enti locali deficitari: disposizioni generali
Art. 242. – Individuazione degli enti locali strutturalmente deficitari e relativi controlli
Art. 243. – Controlli per gli enti locali strutturalmente deficitari, enti locali dissestati ed altri enti
Art. 243-bis. – Procedura di riequilibrio finanziario pluriennale
Art. 243-ter. – Fondo di rotazione per assicurare la stabilità finanziaria degli enti locali
Art. 243-quater. – Esame del piano di riequilibrio finanziario pluriennale e controllo sulla relativa attuazione
Art. 243-quinquies. – Misure per garantire la stabilità finanziaria degli enti locali sciolti per fenomeni di infiltrazione e di condizionamento di tipo mafioso
Art. 243-sexies. – Pagamento di debiti
Capo II – Enti locali dissestati: disposizioni generali
Art. 244. – Dissesto finanziario
Art. 245. – Soggetti della procedura di risanamento
Art. 246. – Deliberazione di dissesto
Art. 247. – Omissione della deliberazione di dissesto
Art. 248. – Conseguenze della dichiarazione di dissesto
Art. 249. – Limiti alla contrazione di nuovi mutui
Art. 250. – Gestione del bilancio durante la procedura di risanamento
Art. 251. – Attivazione delle entrate proprie
Capo III – Attività dell’organo straordinario di liquidazione
Art. 252. – Composizione, nomina e attribuzioni
Art. 253. – Poteri organizzatori
Art. 254. – Rilevazione della massa passiva
Art. 255. – Acquisizione e gestione dei mezzi finanziari per il risanamento
Art. 256. – Liquidazione e pagamento della massa passiva
Art. 257. – Debiti non ammessi alla liquidazione
Art. 258. – Modalità semplificate di accertamento e liquidazione dei debiti
Capo IV – Bilancio stabilmente riequilibrato
Art. 259. – Ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato
Art. 260. – Collocamento in disponibilità del personale eccedente
Art. 261. – Istruttoria e decisione sull’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato
Art. 262. – Inosservanza degli obblighi relativi all’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato
Art. 263. – Determinazione delle medie nazionali per classi demografiche delle risorse di parte corrente e della consistenza delle dotazioni organiche
Capo V – Prescrizioni e limiti conseguenti al risanamento
Art. 264. – Deliberazione del bilancio di previsione stabilmente riequilibrato
Art. 265. – Durata della procedura di risanamento ed attuazione delle prescrizioni recate dal decreto di approvazione dell’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato
Art. 266. – Prescrizioni in materia di investimenti
Art. 267. – Prescrizioni sulla dotazione organica
Art. 268. – Ricostituzione di disavanzo di amministrazione o di debiti fuori bilancio
Art. 268-bis. – Procedura straordinaria per fronteggiare ulteriori passività
Art. 268-ter. – Effetti del ricorso alla procedura straordinaria di cui all’articolo 268-bis
Art. 269. – Modalità applicative della procedura di risanamento
PARTE III ASSOCIAZIONI DEGLI ENTI LOCALI
Art. 270. – Contributi associativi
Art. 271. – Sedi associative
Art. 272. – Attività delle associazioni nella cooperazione allo sviluppo
PARTE IV DISPOSIZIONI TRANSITORIE ED ABROGAZIONI
Art. 273. – Norme transitorie
Art. 274. – Norme abrogate
Art. 275. – Norma finale
Appendice
NORME COMPLEMENTARI
D.Lgs. 31 dicembre 2012, n. 235 – Testo unico delle disposizioni in materia di incandidabilità e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi, a norma dell’articolo 1, comma 63, della legge 6 novembre 2012, n. 190 (Artt. 7-18)
D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39 – Disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico, a norma dell’articolo 1, commi 49 e 50, della legge 6 novembre 2012, n. 190
Legge 7 aprile 2014, n. 56 – Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni
Indice analitico

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.