Seleziona una pagina
SCONTO 5%

Tfa Sostegno: Sostegno nelle scuole di ogni ordine e grado – Manuale per l’ammissione ai corsi di specializzazione

27,55

SPEDIZIONE GRATUITA!

Nb: Prezzi IVA inclusa!

Autori Vincenzo Calvino, Mariasole La Rana
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17×24
Pagine 504
Pubblicazione Aprile 2021 (III Edizione)
COD: 8891649850 Categorie: ,

Descrizione

Tfa Sostegno: Sostegno nelle scuole di ogni ordine e grado – Manuale per l’ammissione ai corsi di specializzazione

 

 

Aggiornato ai nuovi modelli di piano educativo individualizzato (PEI)

> ambito normativo
> ambito psicopedagogico e didattico
> disabilità e bisogni educativi speciali
> ambito organizzativo e della governance

Il volume è indirizzato a quanti intendono accedere ai corsi di specializzazione universitari per il sostegno didattico agli alunni con disabilità e costituisce un valido strumento per tutto il percorso formativo dei candidati, dai test d’ingresso all’esame finale.

Questa nuova edizione, al fine di offrire un aggiornamento e approfondimento degli argomenti delle prove di accesso, si compone in Parti:
› Legislazione scolastica e metodologie didattiche, con riferimento agli aspetti organizzativi e giuridici concernenti l’autonomia scolastica, l’offerta formativa, la valutazione e l’inclusione;
› Teoria e prassi di psicologia, pedagogia, sociologia, filosofia, con particolare riferimento alle caratteristiche dell’età evolutive e dei relativi processi di apprendimento, agli stili di apprendimento;
› La scuola dell’inclusione, con particolare riferimento al ruolo della didattica speciale, alla normativa sull’inclusione, ai modelli e strumenti nell’ambito della disabilità certificata e dei disturbi specifici di apprendimento.

Il testo è aggiornato al Decreto interministeriale n. 182/2020 ed è completato da un’appendice normativa contenente i nuovi modelli di piano educativo individualizzato (PEI), e le Linee guida trasmessi con la nota Miur n. 40 del 13 gennaio 2021.

PARTE PRIMA Legislazione scolastica e metodologie didattiche

Capitolo 1 Il sistema scolastico italiano

1.1 L’evoluzione storica della scuola italiana

1.2 La Costituzione italiana e la scuola

1.3 La stagione riformistica della scuola

1.4 La riforma Moratti  

1.5 La riforma Gelmini

1.6 Legge 107/2015. Riforma del Sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti

1.6.1 La legge 107/2015 e l’autonomia scolastica

1.6.2 Organico dell’autonomia

1.6.3 Rimodulazione del monte ore, apertura estiva delle istituzioni scolastiche

1.6.4 Formazione delle classi

1.6.5 Il piano dell’offerta formativa triennale

1.6.6 Il piano straordinario di assunzioni

1.6.7 Supplenze per gli iscritti in prima fascia delle graduatorie di circolo e d’istituto

1.6.8 Periodo di prova

1.6.9 Il Comitato di valutazione

1.6.10 Carta elettronica per l’aggiornamento dei docenti

1.6.11 Formazione in servizio obbligatoria

1.6.12 Supplenze fino a 10 giorni

1.6.13 Il limite di 36 mesi per i contratti delle supplenze non è retroattivo

1.6.14 Risorse economiche per il potenziamento della valutazione a favore dell’INVALSI

1.6.15 Lo staff del dirigente scolastico

1.6.16 School bonus e detrazioni IRPEF per le iscrizioni alle scuole paritarie

1.6.17 Finanziamento dei percorsi formativi

1.6.18 Le scuole innovative

1.6.19 L’istruzione per gli adulti

1.6.20 Le attività e gli insegnamenti di potenziamento dell’offerta formativa indicati come prioritari

1.6.21 Alternanza scuola-lavoro

1.6.22 Istruzione tecnica superiore

1.6.23 A mensa alimenti a km zero e da agricoltura bio

1.6.24 Chi usa edifici è responsabile

1.6.25 Competenze del dirigente scolastico

1.6.26 Sistema di valutazione dell’operato del dirigente scolastico

1.6.27 Personale scolastico in posizione di comando o altro

1.6.28 Portale unico dei dati della scuola

1.6.29 Interventi in materia amministrativo-contabile

1.6.30 Piano straordinario di verifica dei requisiti della parità scolastica

1.6.31 Piano nazionale per la scuola digitale

1.6.32 Didattica laboratoriale

1.6.33 Deleghe, deroghe e abrogazioni

Capitolo 2 Autonomia scolastica e organizzazione del sistema scolastico

2.1 Autonomia scolastica

2.2 L’autonomia didattica

2.3 L’autonomia finanziaria

2.4 Piano dell’offerta formativa

2.5 Dal POF annuale al POF triennale

2.6 Il curricolo della scuola e la progettazione scolastica

2.7 Le Indicazioni nazionali e il curricolo scolastico delle scuole del primo ciclo

2.8 Le Indicazioni nazionali e il curricolo dell’istruzione secondaria di secondo grado

2.8.1 Le Indicazioni nazionali per i licei

2.8.2 Le Linee guida per gli istituti tecnici

2.8.3 Le Linee guida per gli istituti professionali

2.9 Indicazioni nazionali e nuovi scenari 2018

Capitolo 3 Stato giuridico del docente

3.1 Il rapporto di pubblico impiego

3.2 La contrattualizzazione del rapporto di lavoro dei dipendenti pubblici 

3.3 La funzione del docente

3.4 La libertà dell’insegnamento

3.5 Stato giuridico del personale scolastico

3.6 Regime di incompatibilità, divieti e responsabilità

3.7 Reclutamento e cessazione dal servizio del personale docente

Capitolo 4 La governance delle istituzioni scolastiche

4.1 Organi collegiali  

4.2 Il Consiglio di classe

4.3 Il Collegio dei docenti

4.4 Funzioni e compiti del Collegio dei docenti

4.5 Il Consiglio di circolo o di istituto

4.6 Funzioni e compiti del Consiglio d’istituto

4.7 Giunta esecutiva del Consiglio d’istituto

4.8 Comitato tecnico-scientifico

4.9 Dipartimenti

4.10 Le assemblee dei genitori e degli studenti

4.11 Il Comitato per la valutazione del servizio dei docenti

4.12 Le elezioni degli organi collegiali

4.13 Gli organi tecnici di supporto all’autonomia scolastica: INDIRE e INVALSI

Capitolo 5 Uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nella didattica

5.1 La didattica tecnologica

5.2 E-learning

5.3 Modalità di apprendimento attraverso le nuove tecnologie

5.4 Le TIC come risorse didattiche

5.5 Le TIC: pro e contro

5.6 Fare lezione con i supporti didattici tecnologici  

5.7 Le TIC nella scuola: efficienza ed equità

Capitolo 6 Lavagna interattiva multimediale e sussidi didattici multimediali

6.1 Diffusione della lavagna interattiva multimediale in Italia

6.2 Cos’è la LIM

6.3 Modalità e potenzialità di utilizzo della LIM  

6.4 Fare lezione con la LIM

6.5 Didattica con i sussidi offerti dalla LIM

6.6 LIM e Internet

6.6.1 Il software della wiki-didattica

6.6.2 Il podcast in classe con la LIM

6.6.3 LIM e webquest

Capitolo 7

Content and Language Integrated Learning

7.1 Il CLIL e la language immersion

7.2 Apprendimento integrato di contenuto e lingua (CLIL)

7.3 Il CLIL in Europa

7.4 L’introduzione della metodologia CLIL in Italia

7.5 CLIL nella riforma della scuola secondaria superiore  

7.6 La progettazione di un percorso CLIL

7.7 La valutazione dell’insegnante CLIL

Appendice – Esempio di un modulo di Diritto con le metodologie CLIL

Capitolo 8 Il sistema di valutazione scolastico

8.1 Il sistema di qualità scolastica

8.2 La valutazione interna

8.3 L’autovalutazione

8.4 La valutazione esterna  

8.5 Valutazione esterna dell’OCSE e dell’INVALSI

8.6 Le attuali norme in materia di valutazione in base alle prove INVALSI  

8.7 Le prove INVALSI per studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento  

Capitolo 9 Il sistema di valutazione degli apprendimenti

9.1 Sintesi del percorso legislativo sull’introduzione della valutazione degli apprendimenti

9.2 Attuale normativa sulla valutazione degli apprendimenti e sugli esami di Stato

9.3 La valutazione degli apprendimenti nel primo ciclo di istruzione

9.4 La valutazione degli apprendimenti nel secondo ciclo di istruzione  

9.5 Scuola secondaria di secondo grado: valutazione e attività di recupero

9.6 La valutazione e gli esami conclusivi del primo e secondo ciclo di studi degli studenti con cittadinanza non italiana

9.7 La valutazione degli alunni disabili

9.8 Esami di idoneità nella scuola secondaria di secondo grado

9.9 Finalità educative della valutazione

9.10 Valutazione formativa e valutazione sommativa

9.10.1 La valutazione formativa  

9.10.2 La valutazione sommativa  

9.11 Ambiti della valutazione

Capitolo 10 Scuola, Europa, Intercultura

10.1 Le politiche sull’istruzione dell’Unione europea

10.2 Il nuovo programma dell’UE nell’ambito dell’istruzione e formazione  

10.3 L’integrazione dei sistemi educativi europei  

10.4 Il Quadro europeo dei titoli e delle qualifiche  

10.5 Il sistema integrato europeo di trasferimento dei crediti  

10.6 Europass  

10.7 Riflessi dell’EQF in Italia  

10.8 Fondi strutturali  

10.9 L’inserimento degli studenti stranieri e l’integrazione interculturale

10.10 Le indicazioni operative delle «Linee guida per l’accoglienza e l’integrazione degli alunni stranieri» del 2014  

10.11 La didattica per l’intercultura  

PARTE SECONDA Le premesse teoriche comuni alle Riforme scolastiche attuali tra Psicologia, Pedagogia, Sociologia, Filosofia e Scienze

Capitolo 1 Psicologia. Le età evolutive e i processi di apprendimento

1.1 Definizione, oggetto di studio e origini della psicologia

1.2 Dalla psicologia empirica alla psicologia come scienza

1.3 La psicologia oggi

1.4 Il metodo

1.5 La psicologia cognitiva e la psicologia dell’educazione: mente, cervello, apprendimento

1.5.1 Gli studi sulla mente

1.5.2 Il sistema nervoso

1.6 Le attività cognitive di base

1.6.1 La percezione

1.6.2 L’attenzione

1.6.3 La memoria

1.6.4 Ricordo e oblio

1.6.5 L’intelligenza

1.6.6 L’apprendimento

1.7 Psicologia dello sviluppo

1.7.1 Maturazione e sviluppo

1.7.2 Teorie della personalità e sviluppo

1.7.3 Gli strumenti per la valutazione dello sviluppo

1.7.4 I primi adattamenti del neonato all’ambiente

1.7.5 Lo sviluppo motorio

1.7.6 Lo sviluppo cognitivo e la teoria di Jean Piaget

1.7.7 Lo sviluppo affettivo e sociale

1.7.8 Lo sviluppo del linguaggio

1.7.9 Le emozioni

1.7.10 Forme di sviluppo atipico determinate da fattori ambientali

1.7.11 Principali fattori di rischio legati all’ambito familiare e possibili conseguenze

1.7.12 Forme di sviluppo atipico del linguaggio e dell’apprendimento

1.7.13 Il ritardo mentale e le nevrosi infantili

1.7.14 Le patologie di origine genetica

Capitolo 2 Pedagogia. Il processo educativo dall’800 ad oggi

2.1 Il pensiero pedagogico dell’Ottocento

2.2 Linee essenziali della pedagogia dell’Italia unita

2.3 La pedagogia del Novecento

2.4 Il Pragmatismo e lo Strumentalismo negli Stati Uniti

2.5 La scuola di Ginevra

2.6 La nascita delle scienze dell’educazione e il nuovo statuto epistemologico della pedagogia

2.7 Contributi recenti nel panorama delle scienze dell’educazione: Bruner, Gardner, Vygotskij

2.8 Daniel Goleman: l’intelligenza emotiva

Capitolo 3 Filosofia e scienze. Riferimenti teorici trasversali alle riforme scolastiche attuali

3.1 La relazione come principio identitario

3.1.1 La relazione di cura secondo Martin Heidegger

3.1.2 Tra Positivismo e Fenomenologia

3.1.3 La Teoria dell’autopoiesi

3.1.4 Ricadute nel campo dell’educazione

3.2 Il paradigma della complessità

3.2.1 Edgar Morin. Educazione e complessità

3.2.2 I sette saperi

3.3 Gregory Bateson. Apprendere ad apprendere  

3.4 Dall’“apprendere ad apprendere” all’“apprendere a disapprendere” attraverso la rilettura di Zigmunt Bauman

PARTE TERZA La scuola dell’inclusione

Capitolo 1 Inclusione scolastica: il ruolo della didattica speciale

1.1 I principi dell’inclusione

1.2 Il percorso dell’inclusione scolastica

1.3 Le fonti principali dell’inclusione scolastica

1.4 Le Linee guida per l’integrazione degli alunni con disabilità

1.5 La riforma del sostegno introdotta dal D.Lgs. n. 66/2017

1.6 Piano annuale per l’inclusività

1.7 Valutazione della qualità dell’inclusione scolastica

Capitolo 2 Disabilità certificata: strumenti e strategie

2.1 La definizione scientifica di handicap e disabilità

2.2 Strategie didattiche e percorsi d’inclusione rivolti agli studenti con disabilità

2.3 Il Piano educativo individualizzato  

2.4 Il decreto interministeriale n. 182/2020: i nuovi modelli di PEI e le modalità di assegnazione delle misure di sostegno

2.5 L’insegnante di sostegno

2.6 I Disturbi dello spettro autistico (Autism Spectrum Disorders – ASD)

Capitolo 3 Disturbi specifici di apprendimento

3.1 La legge n. 170/2010  

3.2 Definizione dei disturbi specifici di apprendimento

3.3 Metodologie di intervento educativo e didattico

3.4 La didattica per gli alunni con DSA

Capitolo 4 L’apprendimento secondo il modello di scuola inclusiva

4.1 La scuola inclusiva

4.2 Gli «ostacoli all’apprendimento e alla partecipazione», espressione introdotta dall’Index for inclusion

4.3 Strategie per favorire i processi di apprendimento degli alunni con bisogni educativi speciali: il PDP

4.4 Il PDP per i casi di Disturbo da deficit di attenzione e iperattività – DDAI (o ADHD)

4.5 I bisogni educativi speciali dell’area disagio

APPENDICE

Direttiva MIUR 27 dicembre 2012

Strumenti di intervento per alunni con bisogni educativi speciali e Organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica

Circolare MIUR 6 marzo 2013, n. 8, prot. 561

Direttiva ministeriale 27 dicembre 2012 «Strumenti d’intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica». Indicazioni operative

Nota MIUR 27 giugno 2013, prot. 1551

Piano annuale per l’inclusività – Direttiva 27 dicembre 2012 e c.m. n. 8/2013

Nota MIUR 22 novembre 2013, prot. 2563

Strumenti di intervento per alunni con bisogni educativi speciali. A.S. 2013/2014. Chiarimenti

Decreto interministeriale 29 dicembre 2020, n. 182

Adozione del modello nazionale di piano educativo individualizzato e delle correlate linee guida, nonché modalità di assegnazione delle misure di sostegno agli alunni con disabilità, ai sensi dell’articolo 7, comma 2-ter del decreto

legislativo 13 aprile 2017, n. 66

Nota MIUR 13 gennaio 2021, n. 40

Modalità per l’assegnazione delle misure di sostegno e nuovo modello di PEI ai sensi dell’art. 7, comma 2-ter del decreto legislativo 66/2017. Decreto del Ministro dell’istruzione 29 dicembre 2020, n. 182

Linee Guida concernenti la definizione delle modalità, anche tenuto conto dell’accertamento di cui all’articolo 4 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, per l’assegnazione delle misure di sostegno di cui all’articolo 7 del D.Lgs. 66/2017 e il modello di PEI, da adottare da parte delle istituzioni scolastiche

Tabella Fabbisogno Risorse professionali per il sostegno didattico e l’assistenza

Scheda per l’individuazione del debito di funzionamento

PEI – Scuola dell’infanzia

PEI – Scuola primaria

PEI – Scuola secondaria di primo grado

PEI – Scuola secondaria di secondo grado

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.